Corso di Laurea in Scienze Politiche

Il Corso di laurea in Scienze politiche intende fornire una formazione a carattere interdisciplinare, aperta e polivalente, specificamente rivolta alla lettura critica delle dinamiche politiche, economiche e sociali dei diversi contesti operativi e all'acquisizione di capacità di intervento gestionale, organizzativo, di programmazione, relazione e comunicazione in ambito pubblico e privato, nei settori del governo e dell'amministrazione, della finanza, della comunicazione, dei servizi e dell'impresa. In relazione a tali obiettivi formativi il Corso offre un ventaglio di curricula che, accanto a un solido tronco di attività formative comuni, di base e caratterizzanti, comprendono attività formative rivolte all'acquisizione di specifiche professionalità orientate sia ai diversi e molteplici sbocchi lavorativi già oggi propri del laureato in Scienze Politiche, sia agli sbocchi "nuovi" via via individuabili nel contesto locale, nazionale, comunitario, internazionale.
I laureati in Scienze Politiche devono, conseguentemente,

- possedere conoscenze sia metodologiche, sia culturali, sia professionali, caratterizzate da una formazione interdisciplinare nei settori storico, giuridico, economico, politologico e sociologico, idonee a valutare e a gestire le problematiche pubbliche e private proprie della società contemporanea, nonché le politiche delle pari opportunità;

- possedere conoscenze interdisciplinari atte a programmare e realizzare strategie operative complesse;

- possedere un'adeguata padronanza del metodo della ricerca giuridica, politologica, sociologica, statistica, economica, storica, nonché del metodo comparativo, tale da consentire un inserimento operativo e innovativo nell'impiego pubblico e privato;

- possedere un'adeguata conoscenza, scritta e orale, di almeno due lingue dell'Unione Europea, oltre all'italiano.
I laureati in Scienze Politiche svolgeranno attività professionali in una pluralità di ambiti occupazionali, quali:

- impiego in ogni settore della Pubblica Amministrazione, sia a livello nazionale, sia a livello di enti locali e particolarmente a livello regionale;

- impiego come quadri intermedi degli organi costituzionali e delle Autorità indipendenti;

- impiego in settori economici della Pubblica Amministrazione, di enti pubblici e privati, presso istituti bancari e società assicurative;

- carriere amministrative in enti e aziende private;

- attività nelle organizzazioni politiche e sindacali;

- impiego in servizi di documentazione, di biblioteca e di archivio di organi dello Stato e di enti pubblici e privati;

- progettazione studio e ricerca, direzione dell'intervento nei settori sociali ed economici e impiego operativo negli stessi, con riferimento anche al settore delle attività no profit; attività nel campo della comunicazione (uffici stampa, giornalismo anche radiofonico e televisivo, assistenza e consulenza a soggetti politici e personalità pubbliche, comunicazione elettronica), delle pubbliche relazioni, dell'editoria specializzata;

- imprenditoria e lavoro professionale autonomo, specie nei settori più innovativi, quali quelli legati alla new economy e alle nuove forme della comunicazione globale.

Richiesta informazioni